logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Registri immobiliari

Grazie ai registri immobiliari è possibile conoscere gli atti, i contratti, i diritti reali e le informazioni giudiziali, e non, che hanno ad oggetto dei beni immobili. Sono strumenti indispensabili per l'accensione di un mutuo.

registri immobiliari mutuo
Cosa sono i registri immobiliari?

I registri immobiliari consentono di accertare pienamente le vicende dei beni. L'esistenza di un'ipoteca, infatti, comprometterebbe il giudizio della banca che potrebbe non accettare l’accensione del finanziamento oppure richiedere ulteriori garanzie in aggiunta all’ipoteca a tutela del credito.

Quali atti è obbligatorio rendere pubblici con la trascrizione?

A stabilire cosa è necessario rendere pubblico a mezzo trascrizione nei registri immobiliari interviene l’articolo 2643 del Codice Civile. Nello specifico indica:

  • i contratti che trasferiscono la proprietà di beni immobili;
  • i contratti che costituiscono, trasferiscono o modificano il diritto di usufrutto su beni immobili, il diritto di superficie, i diritti del concedente e dell'enfiteuta;
  • i contratti che costituiscono, trasferiscono o modificano i diritti edificatori comunque denominati, previsti da normative statali o regionali, ovvero da strumenti di pianificazione territoriale;
  • i contratti che costituiscono la comunione dei diritti menzionati nei punti precedenti;
  • i contratti che costituiscono o modificano servitù prediali, il diritto di uso sopra beni immobili, il diritto di abitazione;
  • gli atti tra vivi di rinunzia ai diritti menzionati nei punti precedenti;
  • i provvedimenti con i quali nell'esecuzione forzata si trasferiscono la proprietà di beni immobili o di altri diritti reali immobiliari, eccettuato il caso di vendita seguita nel processo di liberazione degli immobili dalle ipoteche a favore del terzo acquirente;
  • gli atti e le sentenze di affrancazione del fondo enfiteutico;
  • i contratti di locazione di beni immobili che hanno durata superiore a nove anni;
  • gli atti e le sentenze da cui risulta liberazione o cessione di pigioni o di fitti non ancora scaduti, per un termine maggiore di tre anni;
  • i contratti di società e di associazione con i quali si conferisce il godimento di beni immobili o di altri diritti reali immobiliari, quando la durata della società o dell'associazione eccede i nove anni o è indeterminata;
  • gli atti di costituzione dei consorzi che hanno l'effetto indicato dal punto precedente;
  • i contratti di anticresi;
  • gli accordi di mediazione che accertano l'usucapione con la sottoscrizione del processo verbale autenticata da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato;
  • le transazioni che hanno per oggetto controversie sui diritti menzionati nei punti precedenti;
  • le sentenze che operano la costituzione, il trasferimento o la modificazione di uno dei diritti menzionati nei punti precedenti.

Ultimo aggiornamento 03/01/2022

Termini correlati