logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Mutui green per acquisto e riqualificazione casa

Un mutuo green è offerto a tassi di interesse inferiori rispetto a un mutuo tradizionale, con spread più contenuti e in generale a condizioni più vantaggiose: dagli interessi zero sulle rate del primo anno, alla polizza assicurativa obbligatoria a carico della banca, dal taglio delle spese, ai servizi esclusivi di consulenza.

modellino di una casetta su un prato verde
I mutui green consentono di ottenere condizioni favorevoli

Essere sostenibili non è più solo una scelta, ma un dovere e una missione da perseguire ogni volta che decidiamo di fare un acquisto o realizzare un progetto. È così anche per la casa, il luogo dove occupiamo buona parte delle giornate, che oramai non può più prescindere da un comportamento responsabile e finalizzato a salvaguardare le risorse sulla terra e la salute del pianeta.

Una casa ecosostenibile è l’aspirazione sempre più frequente di chi acquista un immobile o interviene con una ristrutturazione per migliorarne l’efficienza, alla ricerca del comfort e del risparmio energetico.

Una cultura che si diffonde in maniera crescente, incontrando il favore delle istituzioni che continuano a proporre sconti fiscali e agevolazioni per chi pensa e agisce green. La risposta è una nuova offerta da parte delle banche, di mutui e finanziamenti sempre più "verdi" e a condizioni favorevoli per incentivare l’investimento in progetti ecosostenibili e intelligenti.

Cos’è un mutuo green

Nati dal progetto pilota Energy Efficient Mortgages Pilot Scheme dell’Unione Europea, approvato il 19 giugno 2018 con l’obiettivo di "definire un quadro europeo di riferimento e un modello di raccolta dati sui mutui per l’efficienza energetica e il sostegno alla transizione dell’Ue verso un futuro più sostenibile", i mutui green consentono di ottenere condizioni di finanziamento favorevoli per edifici sostenibili e ristrutturazioni finalizzate all’efficientamento energetico. In sostanza, immobili con materiali, finiture e impianti evoluti che non disperdano sostanze inquinanti nell’ambiente e garantiscano il risparmio energetico.

In Italia si fanno strada a partire dal 2019, quando alcuni istituti di credito ne hanno promosso la centralità e il carattere innovativo al fine di incentivare gli investimenti dell’edilizia sostenibile. In seguito, l’introduzione delle agevolazioni speciali da parte dello Stato ne hanno fatto crescere popolarità e diffusione: si pensi ai vantaggi del Superbonus 110%, la maxi detrazione destinata a una serie di lavori portanti per gli immobili confermata anche per il 2022.

Un mutuo green è un prodotto destinato all’acquisto o alla costruzione di immobili di classe energetica superiore, quindi classe A o B, che abbia già tutte le predisposizioni a norma di legge come abitazione ecosostenibile. Allo stesso modo, un mutuo green finanzia la ristrutturazione avente come finalità un salto di almeno due livelli di classe energetica, che vuol dire un miglioramento delle prestazioni energetiche di almeno il 30%.

I vantaggi di un mutuo green

Acquistare un immobile ecosostenibile o ripensarlo secondo questi criteri è un impegno che ha come contropartita il riconoscimento di condizioni di favore da parte della banca che concede il mutuo. Un mutuo green è, infatti, offerto a tassi di interesse inferiori rispetto a un mutuo tradizionale, con spread più contenuti e in generale a condizioni più vantaggiose.

Questo anche perché un mutuo green è garantito da un immobile con un valore crescente nel tempo, tanto da ridurre praticamente quasi a zero il rischio di default per la banca: minor rischio, minor prezzo da pagare.

Con un mutuo green si può diventare proprietari di un immobile ecosostenibile oppure intervenire in casa in modo da tagliare di netto i consumi e le bollette, con un risparmio crescente nel tempo.

Acquista la casa dei tuoi sogni con un mutuo Fai un preventivo

Le finalità di un mutuo green

Come visto sopra, un mutuo green non finanzia solo l’acquisto della casa ma anche altri tipi di spese che abbiano sempre come finalità ottenere un immobile dalle prestazioni energetiche elevate.

In sostanza un mutuo green può finanziare:

  • l’acquisto di un immobile efficiente da adibire a prima o seconda casa;
  • la costruzione di un immobile con le stesse caratteristiche;
  • la ristrutturazione di un immobile finalizzata a elevarne la classe energetica.

A seconda della finalità, le banche prevedono la concessione del mutuo green a tassi favorevoli, oppure possono prevedere una clausola attivabile qualora si decidesse di intervenire con i lavori.

Quanto si risparmia

Un mutuo green ha generalmente come vantaggio immediato una riduzione sul tasso di interesse dello 0,10%. Ma questo è solo uno dei risparmi immediati, perché le banche riservano spesso offerte e condizioni agevolate: dagli interessi zero sulle rate del primo anno alla polizza assicurativa obbligatoria a carico della banca, dal taglio delle spese ai servizi esclusivi di consulenza. A questo si aggiunga che sempre più spesso le banche promuovo i mutui green online, modalità che consente di tagliare ulteriormente i costi.

I lavori in casa da finanziare con un mutuo green

Un mutuo green finanzia anche la ristrutturazione di un immobile che non appartiene a una classe energetica elevata, ma che grazie ai lavori ne accrescerà l’efficienza. Si parla di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che godono delle agevolazioni fiscali consentite da una serie di bonus per la casa: il bonus ristrutturazione, l’Ecobonus, il Superbonus 110%. In particolare, un mutuo green può finanziare:

  • l’isolamento delle pareti esterne e del tetto dell’edificio (cappotto termico);
  • l’installazione di un impianto di riscaldamento e raffreddamento a pompa di calore;
  • la sostituzione di serramenti e infissi;
  • l’installazione di pannelli solari per l’autoproduzione di energia;
  • l’installazione di schermature solari;
  • la sostituzione della vecchia caldaia con una a condensazione di classe A;
  • la messa in sicurezza dell’abitazione con interventi di adeguamento antisismico.

Quali documenti presentare

La richiesta di un mutuo green comporta la presentazione di documenti che attestino la qualità energetica dell’immobile che si sta acquistando e che ne certifichino la classe di appartenenza.

Nel caso, invece, di un immobile da ristrutturare, bisognerà dare dimostrazione che i lavori in progetto abbiano come finalità ultima l’accrescimento della classe energetica, con il progetto dell’architetto o della ditta incaricata dei lavori.

Oltre ai documenti da presentare per la richiesta di un mutuo classico, è necessaria quindi una documentazione aggiuntiva a supporto:

  • per la finalità acquisto: attestato APE o in assenza, altra documentazione che attesti che l’immobile rientri nelle classi A e B (preliminare di vendita, capitolato o dichiarazione costruttore);
  • per la finalità costruzione e ristrutturazione: il preliminare di vendita, il capitolato o la dichiarazione del costruttore, oltre al progetto firmato dalla costruttore o dal responsabile dei lavori della ditta incaricata.