logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Sostituzione

La sostituzione di un mutuo, a differenza della surroga, non è uno spostamento da una banca ad un'altra del mutuo in essere, ma la modifica della cifra spettante.

calcolatrice e casetta su documenti
Qual è la definizione di sostituzione mutuo?

A differenza della surroga che permette di trasferire il proprio mutuo in un'altra banca per l'esatto importo del capitale residuo da restituire, la sostituzione consente al mutuatario di cambiare l’importo del finanziamento e ottenere una liquidità aggiuntiva. Ricapitolando, quindi, optando per la sostituzione del mutuo potrai portare il tuo mutuo in una nuova banca che garantisce migliori condizioni, sostituire il tasso di interesse e/o la durata stessa del finanziamento, modificare gli intestatari e i garanti del mutuo e in ultimo richiedere una somma aggiuntiva.

Quando, quindi, optare per la surroga e quando per la sostituzione? Ovviamente se si ha l’esigenza di finanziare un nuovo progetto personale, la sostituzione mutuo con liquidità è sicuramente la soluzione ideale per chi sta già pagando un mutuo, ad esempio su una prima casa.

Conviene sostituire il proprio mutuo?

È bene però valutare con attenzione la reale convenienza della sostituzione mutuo, che dipende sostanzialmente da quattro fattori:

  • La convenienza del tasso di interesse proposto dalla nuova banca;
  • L’ammontare del capitale ancora da rimborsare;
  • La vita del mutuo. Ricorda che più vecchio è il mutuo meno sarà conveniente optare per la sostituzione in quanto la quota d’interessi è già stata del tutto o quasi rimborsata alla banca;
  • L’eventuale penale per l’estinzione anticipata del vecchio mutuo e le spese per l'accensione del nuovo.

Se una volta valutati questi elementi ti rendi conto che, relativamente al tuo caso, la sostituzione non è una buona strada e necessiti quindi di una soluzione alternativa, ricorda che puoi sempre chiedere alla tua attuale banca di rinegoziare alcune condizioni previste dall’originario contratto. Quindi, laddove la banca lo consenta, è possibile concordare un nuovo tasso di interesse o modificare la durata del mutuo per adattarlo alle tue attuali esigenze.

A differenza della surroga e della sostituzione, con la rinegoziazione la banca rimane la stessa e non è previsto alcun costo da parte del debitore in quanto per il nuovo accordo non è necessaria la firma di un notaio.

Nella sezione dedicata puoi scoprire i migliori mutui sostituzione con liquidità del giorno e chiedere un preventivo per valutare le offerte più convenienti del mercato.

Termini correlati