logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Locazione

Il contratto di locazione è stipulato tra locatore e locatario nel momento in cui si affitta un bene immobile ad uso commerciale o abitativo.

ragazza sorridente in primo piano in una casa vuota
Cos'è il contratto di locazione?

La locazione è un contratto con il quale il locatore concede al locatario il godimento di un bene mobile o immobile per un dato periodo di tempo in cambio del pagamento di una somma che prende nome di pigione o canone di affitto.

Si tratta, quindi, di un contratto bilaterale, oneroso e di carattere commutativo. I diversi tipi di locazione vengono elencati e disciplinati nel Codice Civile, precisamente dall’articolo 1571 al 1654. Tra le diverse figure di locazione troviamo:

  • la locazione di beni mobili, in particolare beni mobili registrati,
  • la locazione di beni immobili urbani,
  • la locazione di beni immobili non urbani.

In più la locazione si distingue in base all’uso che il locatario farà del locale o del bene affittato e possiamo avere locazioni a uso commerciale o locazioni a uso abitativo.

Quanto dura il contratto di locazione?

Le parti contraenti decidono la durata del contratto, il quale può essere sia a tempo determinato sia senza determinazione di tempo. È sempre possibile rescindere anticipatamente il contratto avendo cura di rispettare le tempistiche di preavviso che sono sempre indicate al suo interno.

Quali altre informazioni sono inserite all’interno del contratto di locazione? Le locazioni più comuni riguardano i beni immobili urbani, in parole povere, l’affitto di case o appartamenti. Tale tipologia di contratto di locazione dovrà contenere gli obblighi del conduttore (locatario) e quelli del locatore, le informazioni circa l’ammontare del canone e la ripartizione delle spese ordinarie o di quelle straordinarie.

È possibile subaffittare un bene concesso in locazione?

Il subaffitto sia parziale che totale può essere legale, ma solo quando è previsto dal contratto d'affitto principale, altrimenti è vietato. In quest'ultimo caso, se l’inquilino subaffittasse la casa concessagli in locazione, il proprietario avrebbe diritto ad agire per vie legali, richiedere la risoluzione del contratto (e dell’eventuale contratto di sublocazione) e infine sfrattare sia l’inquilino che il subconduttore.

Termini correlati