logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Fidejussione

La fideiussione risulta efficace anche se il debitore non ne ha conoscenza. La garanzia è personale in quanto il creditore può poi rivalersi sull'intero patrimonio del fideiussore.

stretta di mano dopo firma di contratto d'acquisto casa
La fideiussione: cos'è

Per fideiussione, detta anche fidejussione, si intende l'impegno che un soggetto assume personalmente per garantire al creditore il pagamento di un debito di un'altra persona. A disciplinare la fideiussione è l’articolo 1936 del Codice Civile, secondo cui la fideiussione risulta efficace anche se il debitore non ne ha conoscenza.

La garanzia è personale in quanto il creditore può poi rivalersi sul patrimonio del fideiussore o garante. Inoltre la fideiussione è anche una garanzia accessoria poiché sussiste soltanto in presenza del debito garantito.

La prima garanzia, richiesta da una banca o una società finanziaria, nel caso di erogazione di mutuo, è quella dell’ipoteca. In questo modo il creditore ha il diritto di vendere l’immobile qualora il cliente non fosse più in grado di rimborsare il finanziamento e si registrasse, dunque, una situazione di insolvenza.

Oltre all’ipoteca, le banche possono richiedere altre garanzie e tra le più diffuse c’è senza alcun dubbio quella della fideiussione. Ciò avviene quando la richiesta di mutuo necessita di un rafforzamento reddituale o quando il mutuatario non ha un rapporto di lavoro stabile. Maggiori garanzie vengono richieste anche se il mutuo prevede un importo superiore all’80% del valore dell’immobile.

La fideiussione è una garanzia rilasciata da una persona diversa dal debitore principale e dunque dal mutuatario. Il debitore, obbligato a indicare un garante, deve presentare una persona che possieda redditi e beni sufficienti a garantire l’obbligazione. Il garante risponde, infatti, del rimborso dell’intero finanziamento con tutto il suo patrimonio.

Secondo quanto previsto dall’articolo 1940 del Codice Civile, la fideiussione può essere prestata sia per il debitore principale che per il suo fideiussore. Nel caso in cui più persone abbiano prestato fideiussione per uno stesso debitore e a garanzia dello stesso debito, ciascuno di loro sarà obbligato per l’intero debito, salvo che sia stato pattuito precedentemente il beneficio della divisione. In assenza di tale patto, ogni garante deve versare l’intera somma. Quando il fideiussore paga il debito, è surrogato nei diritti che il creditore vantava contro il debitore.

Termini correlati