Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori mutui seconda casa di settembre 2021

La durata massima di un mutuo per l'acquisto della seconda casa è di 30 anni. Gli istituti di credito tendono a finanziare fino al 60 per cento del valore dell'appartamento. Tali immobili possono essere ubicati sia in località di vacanza che nello stesso comune dell'abitazione principale.

Pubblicato il 02/09/2021
I migliori mutui seconda casa di settembre 2021

Acquistare una seconda casa oggi è più semplice, grazie ai tassi di interesse ai minimi storici e ai mutui più appetibili. La seconda casa può essere ubicata in un luogo di vacanza al mare, in montagna o nelle località lacustri, ma anche nello stesso comune in cui si trova la dimora abituale.

Questo tipo di appartamento può essere comprato ai fini di investimento e dunque essere concesso in affitto. Gli istituti bancari tendono a finanziare nella maggior parte dei casi fino al 60% del valore dell’immobile se comprato come seconda casa. La durata massima per questi finanziamenti è di 30 anni.

Vuoi comprare la casa dei tuoi sogni con un mutuo? fai un preventivo

I migliori mutui seconda casa di settembre

Scopriamo insieme quali sono i migliori mutui seconda casa di settembre. Partiamo da una simulazione a tasso fisso, il richiedente è un impiegato di 45 anni, residente a Roma. Ipotizziamo che percepisca un reddito di 2.600 euro mensili, che l’importo del mutuo sia di 110.000 euro, il valore dell’immobile pari a 160.000 euro e la durata del mutuo di 20 anni. La rilevazione è stata effettuata il 2 settembre.

Tra i migliori mutui seconda casa di settembre c’è Mutuo Tasso Fisso di Credem con una rata mensile di 483,63 euro (Tan 0,54% e Taeg 1,04%). I clienti possono essere aggiornati in tempo reale tramite un’app. Tra i punti di forza di questo mutuo c’è sicuramente l’erogazione all’atto. Questo prodotto è riservato a tutte le persone fisiche di età superiore ai 18 anni. La percentuale di finanziabilità massima è pari all’80% del valore di perizia. Quest’ultima viene redatta da periti indicati dalla banca. Obbligatoria l’assicurazione incendio e scoppio. L’imposta sostitutiva è pari al 2,00% perché si tratta di un’operazione riguardante la seconda casa.

Webank propone Mutuo Fisso Irs Green-Acquisto con una rata mensile di 500,02 euro (Tan 0,88% e Taeg 1,14%). Tanti i vantaggi per chi sceglie questo mutuo seconda casa: assicurazione casa e perizia gratuite e uno specialista mutui dedicato. I richiedenti devono avere massimo 60 anni all’avvio e 80 anni alla scadenza. L’importo minimo finanziabile è pari a 50.000 euro, mentre quello massimo 1.000.000 euro. Le spese di istruttoria ammontano a 500 euro, mentre non sono previste spese periodiche. La perizia viene effettuata da una società esterna specializzata. L’assicurazione incendio e scoppio obbligatoria è a carico della banca.

Vediamo ora quali sono le migliori soluzioni quanto si opta per un mutuo seconda casa a tasso variabile. Ipotizziamo che il richiedente sia un impiegato di 45 anni, residente a Roma, con reddito di 2.600 euro mensili. Supponiamo che l’importo del mutuo sia pari a 110.000 euro, il valore dell’immobile a 160.000 euro e la durata del mutuo sia pari a 20 anni.

Crédit Agricole Italia presenta Mutuo Credit Agricole con una rata di 479,88 euro (Tan 0,46% e Taeg 0,88%). I mutuatari possono iniziare a pagare dopo un anno e beneficiano di un tasso promozionale con sottoscrizione della polizza vita. Inoltre hanno anche uno sconto extra dello 0,10% per classe energetica A o B. Questo prodotto è riservato ai privati che alla scadenza del mutuo abbiano un'età massima di 75 anni. Va sottoscritta obbligatoriamente l'assicurazione incendio e scoppio. La polizza viene concessa gratuitamente dalla banca per erogazioni entro 30 giorni dalla data richiesta; superata questa soglia, saranno applicate le condizioni vigenti.

Credem propone anche Mutuo Tasso Variabile con una rata mensile di 476,70 euro (Tan 0,39% e Taeg 0,89%). I richiedenti devono avere un’età superiore ai 18 anni e alla scadenza non devono superare i 75 anni. Inoltre devono disporre di un reddito certo ottenuto in modo continuativo.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi