Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Il trilocale non ferma la sua corsa, ma avanzano le soluzioni più ampie

Il trilocale si conferma sul podio nelle grandi città, ma negli ultimi mesi 'cede' spazio anche ad altre tipologie più grandi. A partire da luglio avanzano, infatti, le soluzioni ampie. La percentuale di richieste di trilocali è cresciuta perlopiù a Napoli, quella dei quattro locali a Verona.

Pubblicato il 24/03/2021
case sempre più ampie: trilocale in vetta

Il trilocale resta il tipo di immobile più gettonato nelle grandi città. È la fotografia scattata dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, secondo cui, però, da luglio 2020 a gennaio 2021 si è registrato comunque un lieve calo delle richieste.

La contrazione è legata ad una maggiore domanda di tipologie più ampie, conseguenza della pandemia e del lockdown. Gli italiani, infatti, dopo essere stati costretti a restare tra le mura di casa per ben due mesi, preferiscono le soluzioni più grandi e con spazi esterni. Il desiderio di molti acquirenti è ormai quello di avere uno spazio più ampio in casa e giardini, balconi o terrazzi.

Le soluzioni più amate dagli italiani

L’analisi realizzata a gennaio 2021 dal Gruppo Tecnocasa nelle grandi città conferma che il trilocale è ancora la tipologia più richiesta (40,5%). Si piazza in seconda posizione la soluzione con quattro locali che raccoglie il 24% delle preferenze; a seguire c’è il bilocale con il 23,1% delle scelte. Al quarto posto i 5 locali (8,6%) e i monolocali (3,8%). Rispetto a luglio 2020 emerge un aumento della percentuale di coloro che cercano quattro locali e bilocali.

Anche se in questo periodo è stato registrato un calo generale della domanda per investimento, dovuto alla pandemia, il bilocale resta comunque una tipologia apprezzata anche dai più giovani, che grazie ai mutui casa convenienti si stanno affacciando sul mercato. A calare, invece, è la percentuale di richiesta dei monolocali.

In questo quadro, secondo lo studio di Tecnocasa, fa eccezione Milano, dove il bilocale si conferma la tipologia più richiesta (46,32%). Nella città meneghina il trilocale occupa la seconda posizione con il 37,7% delle preferenze. A seguire a Milano ci sono i 4 locali (8,0%), i monolocali (7,1%) e i 5 locali (1,0%).

La percentuale di richieste del trilocale è cresciuta maggiormente a Napoli (40,2%). Nel capoluogo partenopeo anche i bilocali sono molto richiesti; la percentuale per questa tipologia di casa è pari al 32,4%. A seguire ci sono i 4 locali (13,9%); i monolocali (10,0%) e i 5 locali (3,5%).

Il quattro locali è molto apprezzato a Verona, la percentuale di richieste di questo tipo di immobile è pari a al 31,5%. A dominare la classifica, però, anche nella città di Romeo e Giulietta sono i trilocali con il 41,7% delle preferenze. A seguire ci sono i bilocali (13,1%); i 5 locali (12,6%) e i monolocali (1,1%).

Anche nella città di Bologna il trilocale è il tipo di appartamento più richiesto (49,9%); in seconda posizione il bilocale (20,3%) e a seguire i quattro locali (19,2%), i 5 locali (6,5%) e i monolocali (4,1%).

Lo studio di Tecnocasa accende, infine, i riflettori anche sull’offerta. Nelle grandi città italiane l’analisi sottolinea che il tipo di casa più presente è il trilocale con il 32,9%, a seguire il quattro locali con il 24,1% ed i bilocali con il 23,0%. In aumento, rispetto a luglio 2020, le percentuali di monolocali, trilocali e cinque locali.

Se hai deciso di fare il grande passo e di diventare quest’anno proprietario di un immobile, corri su Segugio.it e confronta i migliori mutui prima casa del giorno. Basteranno pochi minuti per selezionare il finanziamento più adatto alle proprie necessità per affrontare la spesa in base alle rispettive esigenze e capacità di spesa. Con un mutuo casa la banca eroga fino all’80% del valore dell’immobile.

Tra i mutui più gettonati ci sono sia quelli a tasso fisso che variabile. Nel primo caso sin opta per rate costanti per tutta la durata del mutuo: una scelta adatta per chi non intende correre rischi e ricevere sorprese in futuro. Con un mutuo a tasso variabile l’importo delle rate varia, invece, a seconda delle oscillazioni dei tassi sul mercato.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi