Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori mutui a tasso variabile di aprile 2021

Con un mutuo a tasso variabile, nel caso l’inflazione dovesse aumentare, ci si ritroverà a pagare rate più alte. Con questo tipo di finanziamento il mutuatario non ha un’idea precisa del costo reale del mutuo, contrariamente a quando si fa richiesta di un mutuo con tasso fisso.

Pubblicato il 14/04/2021
I migliori mutui a tasso variabile di aprile 2021

Chi non teme i rischi legati alle oscillazioni dei mercati finanziari, è sicuramente la persona indicata per richiedere un mutuo a tasso variabile. Chi opta per questa tipologia di finanziamento sa bene che la rata può aumentare o diminuire a seconda delle fluttuazioni dei mercati.

Un mutuo a tasso variabile si rivolge solitamente a chi ha un reddito medio-alto ed è dunque in grado, nel caso l’inflazione dovesse aumentare, di far fronte al pagamento di rate più ‘salate’. Con un mutuo a tasso variabile non si può avere, a differenza di uno a tasso fisso, un’idea precisa del costo reale del mutuo.

Le migliori offerte di aprile 2021

Chi vuole approfittare dei tassi bassi previsti ancora per un po’, può confrontare i migliori mutui a tasso variabile del giorno e scegliere la migliore soluzione per le proprie esigenze.

Partiamo da una simulazione di mutuo a tasso variabile per l’acquisto della prima casa. Il richiedente è un 35enne di Milano che percepisce 2.600 euro mensili; supponiamo che l’importo del mutuo sia pari a 100.000 euro, che il valore dell’immobile sia di 200.000 euro e che la durata del mutuo sia pari a 30 anni. La rilevazione è stata effettuata nella giornata di mercoledì 14 aprile.

Tra le soluzioni più convenienti c’è Mutuo Unicredit Tasso Variabile con una rata mensile di 290,72 euro (Tan 0,31% e Taeg 0,42%). Chi opta per questo finanziamento ha diritto a spese periodiche gratuite e spese di istruttoria ridotte.

Questo mutuo si rivolge a tutte le persone fisiche che agiscono per scopi strettamente personali estranei quindi all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale che eventualmente svolgono. L’età massima del richiedente più giovane alla scadenza del mutuo non può superare gli 80 anni compiuti.

L’importo massimo finanziabile è pari all’80% del minor valore tra il valore commerciale da perizia ed il prezzo effettivamente pagato in sede di acquisto. In caso di residenza in Italia da meno di 5 anni l’LTV non può eccedere il 70%.

Il tasso di interesse può variare con cadenza trimestrale, secondo l’andamento del parametro di indicizzazione, come fissato nel contratto. Il tasso finale – fa sapere UniCrdedit - è determinato dalla somma algebrica tra il parametro di indicizzazione e lo spread contrattualmente previsto, arrotondato allo 0,05 superiore, fermo restando che qualora il risultato della somma algebrica fosse negativo, il tasso d’interesse applicato al periodo sarà comunque pari a zero. Ai fini dell’erogazione il parametro Euribor 3 mesi viene rilevato il primo giorno del mese di delibera.

Il mutuatario è tenuto a sottoscrivere una copertura incendio/scoppio obbligatoria sull'immobile oggetto di garanzia ipotecaria. Il cliente può scegliere se avvalersi di una polizza collocata dalla banca o in alternativa di una polizza di compagnia assicuratrice esterna.

Questo mutuo include alcuni servizi:

  • Taglia Rata per sospendere il pagamento della quota capitale fino ad un massimo di 12 mesi
  • Riduci Rata per allungare il piano dei pagamenti fino ad un massimo di 48 mesi
  • Sposta Rata per slittare in avanti il piano dei pagamenti fino ad un massimo di tre mesi

Tutti i servizi si possono attivare a partire dal ventiquattresimo mese successivo all’erogazione, in presenza di regolare ammortamento, su richiesta del cliente.

E se invece decidessimo di acquistare una seconda casa con un mutuo a tasso variabile? Ipotizziamo che il richiedente sia un 45enne di Roma che percepisce un reddito di 2.600 euro mensili e che l’importo del mutuo sia pari a 110.000 euro, il valore dell’immobile sia di 160.000 euro e la durata del mutuo sia pari a 20 anni. Anche in questo caso la rilevazione è stata effettuata nella giornata del 14 aprile. Al primo posto si piazza sempre Mutuo Unicredit Tasso Variabile con una rata mensile di 470,17 euro (Tan 0,26% e Taeg 057%).

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi