logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Chi può ottenere un mutuo? Quali criteri adottano le banche per concedere un mutuo?

Uno degli aspetti su cui si sofferma un istituto di credito prima della concessione di un mutuo è l'affidabilità creditizia del richiedente. Tra gli elementi esaminati c'è poi l’importo del mutuo richiesto: la rata non dovrebbe superare un terzo circa del reddito mensile del mutuatario.

famiglia gioca sul tappeto di casa
Criteri per ottenere un mutuo per la propria casa

Acquistare casa è un un passo molto importante in quanto permette di diventare proprietari di un immobile. Nella maggioranza dei casi è necessario ricorrere a un mutuo che risponda alle proprie capacità di spesa.

Nel caso di un mutuo prima casa, i vantaggi sono maggiori. Si può beneficiare, infatti, di una serie di agevolazioni fiscali: imposta sostitutiva sull’importo pari allo 0,25% e la possibilità di detrarre dalla dichiarazione dei redditi una parte degli interessi passivi del mutuo.

Chi decide se concedere un mutuo?

L’ottenimento di un mutuo è strettamente collegato alla verifica che la banca, erogatrice del finanziamento, effettua per appurare che il richiedente abbia tutti i requisiti necessari. Tra la fase di richiesta di mutuo e la concessione del finanziamento c’è, dunque, un esame istruttorio messo in campo dall’istituto di credito.

Sono diversi gli aspetti presi in considerazione da una banca prima di procedere con l’erogazione di un mutuo. Sotto la lente dell’istituto di credito vi finisce, ad esempio, l’età del richiedente che non deve andare solitamente oltre gli 80 anni alla scadenza del finanziamento. L’età massima varia comunque a seconda della banca cui si rivolge e dal tipo di mutuo e dalla sua durata.

Altro elemento su cui si sofferma la banca è la condizione economica dell’aspirante mutuatario, facendo attenzione soprattutto all’aspetto della storia creditizia. Per un istituto di credito è fondamentale scongiurare rischi di insolvenza e quindi verificare che il richiedente non abbia avuto in passato problemi in tal senso. Verranno così esaminate le Centrali Rischi e i SIC in modo da dipanare ogni dubbio e valutare il credit scoring del richiedente.

Tra gli elementi esaminati dalla banca ci sono poi l’importo del mutuo richiesto e il valore dell’immobile. Si richiede, infatti, che la rata non superi circa un terzo del reddito mensile del mutuatario affinché questi possa far fronte al pagamento, e che il reddito disponibile dopo aver pagato la rata sia adeguato per sostenere le necessità proprie o della famiglia. Il valore della casa deve poi essere adeguato alla somma richiesta per il mutuo: il finanziamento massimo è in genere l'80% anche se vi sono banche che arrivano a finanziare fino al 100% del prezzo di acquisto. A verificarne la congruità sarà la perizia di un tecnico.

Cosa controlla la banca prima di concedere un mutuo?

Ci sono dei requisiti, sia legali che economici, che consentono di ottenere un mutuo senza difficoltà.

I principali requisiti legali da rispettare sono:

  • essere cittadini italiani o della Comunità Europea,
  • essere residenti in Italia,
  • essere maggiorenni.

Anche i cittadini italiani residenti all'estero iscritti AIRE e gli extracomunitari, che risiedono regolarmente in Italia, possono far richiesta di un mutuo rispettando particolari requisiti.

Fondamentali ai fini dell’ottenimento del mutuo sono pure i requisiti economici. Scopriamo i più rilevanti per non farci trovare impreparati.

  • Capacità di rimborso: il richiedente deve essere capace nel tempo di restituire il capitale ottenuto.
  • Reddito mensile del richiedente: si analizza il rapporto tra la rata mensile del mutuo e il reddito percepito dal richiedente. La rata deve essere sostenibile e non può superare il 30-35% circa del reddito netto mensile.
  • Valore della casa oggetto di finanziamento: i mutui arrivano a finanziare fino all’80% del valore dell’immobile. In alcuni casi si arriva anche al 100%.
  • Merito creditizio: viene esaminata la storia creditizia del richiedente mutuo.

La fattibilità di un mutuo può essere legata, inoltre, alla presenza di ulteriori garanzie fornite da terzi soggetti, come la fidejussione. Il garante è una figura tipicamente richiesta quando occorre rafforzare redditualmente la pratica. Questo terzo soggetto subentra, infatti, al debitore principale nel caso in cui non fosse più in grado di rimborsare le rate. Così come il richiedente mutuo, anche il garante deve essere in possesso di requisiti legali e patrimoniali tali da permettergli di assicurare la restituzione del debito.

Cosa fare se la banca non concede il mutuo?

Se la banca non concede il mutuo, ma il richiedente ritiene che la banca non abbia agito con correttezza, può far ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario. Prima di proporre il ricorso, bisogna inviare un reclamo scritto all’intermediario bancario che avrà 60 giorni di tempo per rispondere. In caso di mancato riscontro o di risposta insoddisfacente, ci si rivolge all’ABF. Si può optare per l’Arbitro Bancario Finanziario al massimo entro 12 mesi dalla presentazione del reclamo all’intermediario. Se passa un anno, invece, bisogna presentare un nuovo reclamo.

Come funziona il mutuo under 36?

Anche i giovani guardano all’acquisto di una casa con grande attenzione. In Italia l’idea dell’abitazione intesa come luogo in cui vivere con i propri familiari e cari è sempre più radicata anche nei più giovani. E oggi più che mai, grazie alle agevolazioni previste dal Governo Draghi, acquistare un appartamento per questa fascia di età non è un’impresa così ardua.

Chi ha meno di 36 anni e un Isee non superiore ai 40mila euro annui, può ricorrere, infatti, al Fondo di Garanzia Mutui Prima casa, ottenendo così una garanzia statale fino all’80% della quota capitale dei mutui finalizzati all’acquisto della prima casa. I mutui prima casa giovani presentano tassi a condizioni agevolate che fanno sì che comprare un appartamento oggi sia molto più vantaggioso che affittarlo.

Ultimo aggiornamento ottobre 2021

A cura di: Tiziana Casciaro

Domande correlate