Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori mutui per acquisto in asta

La lettura attenta dell'ordinanza di vendita è il primo passo da compiere quando si ha intenzione di comprare un immobile all'asta. L'avviso riporta il luogo e la data dell'asta; il prezzo base e tutte le informazioni e le istruzioni necessarie per procedere.

Pubblicato il 25/02/2021

Chi ha intenzione di acquistare una casa all’asta, deve leggere con attenzione l’avviso di vendita. Al suo interno ci sono le istruzioni per partecipare, il prezzo base, la modalità di versamento della cauzione e del pagamento in caso di aggiudicazione. Inoltre, nell’ordinanza di vendita viene specificato il tipo di asta. Oggi ad andare per la maggiore sono soprattutto le aste senza incanto. Il potenziale acquirente può sempre richiedere di visionare l’immobile.

È fondamentale rivolgersi ad un tecnico per meglio capire se l’immobile è gravato da abusi edilizi, se è in buono stato di conservazione, se è libero o occupato. Vanno recuperate tutte le informazioni sull’immobile per cui si vuole partecipare all’asta, in modo da non avere spiacevoli sorprese: dalla documentazione tecnica alle fotografie dello stabile, fino alla planimetria.

Le migliori offerte di febbraio

Scopriamo insieme quali sono i migliori mutui a tasso fisso per l’acquisto di una casa all’asta e ipotizziamo che il valore dell’immobile sia pari a 110.000 euro, l’importo del mutuo sia di 80.000 euro e la durata pari a 20 anni. Supponiamo che il richiedente sia un 35enne residente a Roma che percepisce un reddito netto di 1.600 euro al mese. La rilevazione è stata effettuata nella giornata del 25 febbraio.

Al primo posto c’è Mutuo a tasso fisso di Bper Banca con una rata mensile di 367,56 euro (Tasso fisso 0,99% e Taeg 1,21%). Questo prodotto è riservato a tutte le persone fisiche, singolarmente o in cointestazione, che alla scadenza del mutuo non abbiano più di 75 anni.

La polizza incendio e scoppio è obbligatoria per legge. L’importo offerto in garanzia deve essere assistito da una polizza assicurativa che copra dal rischio di incendio o da altri eventi che possano comprometterne l’integrità.

Banca Carige propone MigliorCasa 80 Fisso con una rata mensile di 369,70 euro (Tasso fisso 1,05% e Taeg 1,27%). Alla scadenza del mutuo tutti i contraenti, esclusi i garanti, non devono aver superato il 75esimo anno di età.

In caso di acquisto all’asta l’importo finanziabile sarà massimo pari all’80% del valore dell’importo di aggiudicazione. La perizia è a carico del mutuatario e le spese attualmente concordate con i periti convenzionati sono pari a 270 euro.

Conveniente poi Mutuo Pratico a Tasso Fisso di Deutsche Bank con una rata di 395,15 euro (Tasso fisso 1,75% e Taeg 1,92%). Questo prodotto è riservato a tutte le persone fisiche residenti in Italia da almeno 3 anni e di età non superiore a 78 anni alla scadenza del mutuo. La valuta del reddito principale deve essere in euro. Nelle operazioni con finalità acquisto all'asta il tasso è fisso per tutta la durata del finanziamento ed è pari all'Irs di durata più spread 1,60% per tutte le durate.

In caso di acquisto all'asta l'importo finanziabile massimo è 100% del valore di aggiudicazione, sempre nei limiti dell'80% del valore dell'immobile certificato da perizia redatta da perito convenzionato con la banca. L'importo minimo è di 40mila euro. Obbligatoria e gratuita l'assicurazione.

Infine, Avvera (Gruppo Credem) con Mutuo Tasso Fisso e una rata mensile di 375,10 euro (Tasso fisso 1,20% e Taeg 1,74%). Il prodotto si rivolge a tutte le persone fisiche di età superiore ai 18 anni. La percentuale di finanziabilità (LTV o Loan to value) massima è pari al 95% del valore di perizia (redatta da periti indicati dalla banca).

L’assicurazione incendio e scoppio è obbligatoria. Inoltre Credem offre al cliente la facoltà di sottoscrivere Protezione Mutuo Credemvita e Protezione Mutuo Credemassicurazioni. Si tratta di polizze ad adesione facoltativa che assicurano un capitale decrescente o un importo mensile a copertura delle rate al verificarsi di determinati eventi che potrebbero compromettere la capacità di rimborso del mutuo.

Non sono previste penali in caso di estinzione anticipata. Tra le garanzie richieste c’è l’iscrizione ipotecaria di primo grado per un importo del 150% del valore erogato.

;
A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi