logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Regolamento di condominio

Il regolamento condominiale è obbligatorio quando il numero dei condomini è superiore a 10. A dire il vero non esistono sanzioni per la mancata adozione del regolamento e in sua assenza, i rapporti tra i condomini verranno regolati dalle norme che disciplinano l’uso delle cose comuni.

regole condominiali
Cos'è il regolamento di condominio?

Esistono due tipologie di regolamento condominiale, quello contrattuale e quello assembleare:

  • Il regolamento condominiale contrattuale viene redatto dal costruttore e viene accettato dall'acquirente dell’immobile condominiale in fase di rogito. Ne consegue che tutti i proprietari degli immobili che compongono il condominio accettano tale regolamento. Ecco perché, il regolamento contrattuale può prevedere eventuali limitazioni al diritto di proprietà o l'assegnazione di parti comuni a un numero limitato di condomini, come nel caso dell'abitazione del portiere.
  • Il regolamento condominiale assembleare viene, invece, discusso e approvato a maggioranza durante l’assemblea di condominio. Il suo obiettivo è quello di regolamentare l’amministrazione e l’uso delle cose comuni, la ripartizione delle spese e stabilire i diritti e gli obblighi di ciascun condomino sulle parti comuni. A differenza del regolamento contrattuale condominiale, quello assembleare non può limitare la libertà di utilizzo della proprietà individuale, a meno che non si tratti di una decisione unanime presa, quindi, da tutti i condomini.

Cosa stabilisce un regolamento condominiale?

Le tematiche oggetto del regolamento condominiale possono essere svariate e anche adattate al singolo caso. In generale le norme possono riguardare la ripartizione delle spese (bollette luce degli spazi condivisi, riscaldamento centralizzato, ascensore, ecc.), la tutela dell’estetica dell’edificio, l’amministrazione, i diritti e gli obblighi di ciascun condomino rispetto alle cose comuni nonché il loro uso.

Per una gestione ottimale del condominio si prevede anche la nomina di un amministratore che si occupa dell'esecuzione delle delibere assembleari, della riscossione dei pagamenti delle quote condominiali, della redazione del bilancio condominiale e di tutte le altre pratiche gestionali.

Il regolamento condominiale assembleare non ha soltanto effetto sui proprietari degli appartamenti che compongono il condominio, ma anche su eventuali locatari. Chi prende in locazione un immobile, infatti, deve conoscere le clausole del regolamento condominiale e risponderne in prima persona in caso di violazione delle stesse.

Termini correlati