logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Rogito Notarile

Con il rogito notarile di compravendita si formalizza l'acquisto di un bene immobile come una casa, un garage, un terreno, un locale commerciale e via dicendo. In poche parole è il documento ufficiale con cui si certifica l'acquisto.

casette circondate da punti interrogativi
Come funziona e cos'è il rogito notarile?

Il rogito notarile è redatto dal notaio il quale, nel suo ruolo di pubblico ufficiale, ha il compito di redigere l'atto conformemente alla normativa di riferimento e leggere pubblicamente il testo in presenza del venditore e del compratore. Il documento include tutte le informazioni necessarie relative alla vendita del bene immobile, come il prezzo pattuito, la modalità di pagamento, i dati dell'immobile e così via. Compito del notaio è anche quello di chiarificare i passaggi cruciali, laddove richiesto, e verificare la regolarità della documentazione richiesta per concludere la vendita.

Il suo compito non finisce qui. Il notaio, infatti, si occuperà anche di trascrivere il passaggio di proprietà nei registri immobiliari di competenza, depositando una copia del contratto di vendita presso la Conservatoria entro e non oltre i venti giorni successivi alla firma del contratto.

Differenza tra relazione e rogito notarile

Quando stai per accendere un mutuo ipotecario, la banca richiede la cosiddetta relazione notarile preliminare, da non confondere con il rogito. Mediante tale atto la banca può verificare la presenza o meno di eventuali formalità pregiudizievoli che gravano sull'immobile oggetto di ipoteca. All'interno della relazione vengono indicati i dati e le informazioni circa l'immobile oggetto della vendita, compresi i dati anagrafici dei soggetti coinvolti nel mutuo (mutuatario, datore dell'ipoteca, eventuali fideiussori).

La relazione notarile, quindi, precede la stipula dell'atto del mutuo e non costituisce atto pubblico in quanto, affinchè la vendita diventi effettiva, sarà necessaria la redazione del rogito notarile con cui si ufficializza il passaggio di proprietà dell'immobile. Di fatto, spesso il rogito è associato a un atto di mutuo, ovvero il contratto con cui la banca concede al compratore parte dell'importo per l'acquisto dell'immobile.

I documenti necessari da fornire per il rogito sono:

  • visure ipotecarie e catastali;
  • documenti di identità e codice fiscale del compratore e del venditore;
  • un documento comprovante lo stato civile;
  • la planimetria catastale;
  • documenti di provenienza dell’immobile.

Termini correlati