logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Imposta catastale

L'imposta catastale è un tributo che va versato per le volture catastali. La sua aliquota è fissa e non si applica in caso di trasferimenti immobiliari a favore di enti, Comuni, Regioni o dello stesso Stato.

simbolo dell'euro su sfondo blu
Cos'è l'imposta catastale?

L’imposta catastale è un tributo dovuto sulla volture catastali in seguito al trasferimento di un immobile, a titolo oneroso, ma anche a titolo gratuito.

Ogni atto di vendita, ma anche la donazione o la successione di un immobile, che comporta un trasferimento di proprietà o la costituzione di un diritto reale su di un immobile, è soggetto ad imposta catastale, in seguito alla voltura in catasto.

L'aliquota dell'imposta catastale è fissa, nella misura di € 50,00 nel caso di trasferimenti immobiliari soggetti ad imposta di registro proporzionale. Il versamento si effettua servendosi del modello F23 con il codice tributo 737 T.

Qualora il trasferimento di proprietà venisse effettuato dal notaio, sarà questo a occuparsi del versamento dell’imposta, insieme all’imposta di registro, pari al 2% (o il versamento dell’Iva al 4% se si acquista da impresa).

Nel caso di donazioni o eredità, il versamento dell’imposta catastale relativa ai trasferimenti dei beni immobili verrà effettuato dagli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate.

L’imposta catastale non si applica nel caso di trasferimenti immobiliari avvenuti nei confronti di:

  • Stato;
  • Regioni;
  • Province;
  • Comuni;
  • Enti e fondazioni riconosciute legalmente.

Termini correlati