Case: il nuovo è più cercato come strumento d’investimento

17/03/2020

Case: il nuovo è più cercato come strumento d’investimento

L’estrema volatilità, per non parlare del recente vero e proprio crollo, dei mercati finanziari ha riportato al centro degli interessi degli investitori il mattone. Un’ulteriore conferma che quello dell’immobiliare, assieme a pochi altri asset (come l’oro o i Btp), è il porto dove molti italiani hanno sempre trovato maggiore sicurezza. La scoperta è evidenziata anche dal fatto che è anche un mercato visto sempre più anche come semplicemente strumento d’investimento. A questo riguardo i dati relativi alle compravendite realizzate attraverso le agenzie affiliate Tecnocasa e Tecnorete lo confermano: a livello nazionale il 17,9% degli acquisti sono fatti ad uso investimento, percentuale che sale al 24% di media nelle grandi città. In alcune di queste, addirittura, le percentuali salgono ancora di più: al 36,5% a Napoli, al 33,9% a Verona, al 27,4% a Milano e al 25,7% a Torino.

La maggioranza delle compravendite riguarda però l’usato

Dall’analisi delle compravendite realizzate nel nostro Paese nel primo semestre 2019 - attraverso le agenzie affiliate a Tecnocasa e a Tecnorete - emerge che la maggioranza dei compratori, il 79,2% del totale, è interessata alle tipologie usate, la restante parte le nuove costruzioni. E comunque, rileva il rapporto, “con il mercato in ripartenza anche gli immobili nuovi, che dalla crisi sono stati penalizzati, hanno iniziato lentamente a essere riconsiderati, come dimostra anche il fatto che tanti costruttori hanno ripreso fiducia e ripartono con nuove iniziative”. Infatti, rispetto al secondo semestre 2018, le percentuali relative all’acquisto del nuovo (così come per le abitazioni ristrutturate) sono in lieve aumento, così come per quanto riguarda i prezzi che hanno registrato una crescita a partire dal secondo semestre 2017.

Le nuove costruzioni offrono maggiori margini

Pur trattandosi di una ripresa costante quella descritta negli ultimi tre anni (l’indice dei prezzi del nuovo è passato dai 71,7 di inizio 2017 a 73,3 di fine 2019 e quello dell’usato a 66,5 da 64,4 punti), la distanza è ancora notevole rispetto ai picchi record di dieci anni fa. Comunque sia, segnalano gli esperti, dal 2009 al 2019 c’è stata una perdita di valore del 26,7%, quasi sette punti percentuali in meno rispetto a quanto hanno perso le soluzioni usate. In sostanza le nuove costruzioni offrono una maggiore resistenza alle pressioni negative e margini di recupero più ampi dell’usato. Chi ha budget contenuti (entro 150mila euro), si orienta su piccoli tagli, come monolocali e bilocali, da affittare sia con destinazione turistica (primaria rispetto alla qualità dell’immobile) e sia con contratti di tipo residenziale.

Sempre vivace il mercato della prima casa

Ad acquistare le abitazioni nuove sono soprattutto famiglie e, nella maggioranza dei casi, l’età dell’acquirente è inferiore a 45 anni. L’81,1% delle case sono utilizzate come abitazioni principali, mentre il 13,5% sono messe a reddito. Significativo, segnala la ricerca di Tecnocasa, è il dato relativo alla casa vacanza, 5,4%, che è in crescita negli ultimi anni a dimostrazione dell’interesse per il nuovo da parte di chi cerca la seconda casa al mare o in montagna. “Queste ultime sono utilizzate solo parzialmente durante l’anno, e per questo motivo è decisamente importante il controllo dei costi di gestione, reso possibile dalle case che garantiscono efficienza energetica”. Il target che sceglie il nuovo, in acquisto e in locazione, apprezza sempre più la presenza di spazi comuni ad esempio dedicati al fitness.

Per chi sta pensando di acquistare una casa, magari guardando anche a quello che sta succedendo sui mercati finanziari, è questo il momento giusto per decidere: i tassi di riferimento sui mutui sono tornati sui minimi storici e i prezzi immobiliari sono bassi. Segugio.it permette di avere una panoramica di quello che succede sul mercato del credito e di utilizzare tutti gli strumenti per scegliere il tipo di mutuo più conveniente, compararando le offerte delle 37 banche convenzionate.

A cura di Fernando Mancini
Come valuti questa notizia?
Case: il nuovo è più cercato come strumento d’investimento Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I migliori mutui seconda casa di febbraio pubblicato il 20 febbraio 2020
Seconda casa: i mutui migliori di inizio anno pubblicato il 16 gennaio 2020
Mattone: prezzi in calo e boom di aste pubblicato il 15 gennaio 2020
Case: Milano traina il mercato immobiliare, Roma perde punti pubblicato il 26 marzo 2020
Lombardia: la locomotiva italiana del mercato immobiliare pubblicato il 07 gennaio 2020
CONSULENZA GRATUITA
OPPURE CLICCA QUI PER ESSERE RICHIAMATO
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile