logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Rendita

Probabilmente avrai già sentito l'espressione "campare di rendita" e sai già qual è il suo significato. Ma nello specifico cosa si intende per rendita? Scopriamolo insieme.

firma contratto con modellino auto e chiavi su scrivania
Qual è la definizione di rendita?

A differenza del reddito che indica la ricchezza prodotta in un dato lasso di tempo a seguito di una data attività lavorativa, la rendita indica un'entrata continuativa di cui gode un soggetto senza che questi svolga una particolare attività per l'ottenimento di tale ricchezza. La rendita può derivare da risparmi investiti oppure da divisioni ereditarie. Detto in altre parole, la rendita è il reddito percepito dal proprietario di un bene. Esistono distinte accezioni del termine rendita, a seconda del contesto in cui esso è adoperato.

In diritto si parla, ad esempio, di contratto di rendita per indicare un accordo mediante cui un soggetto si obbliga a corrispondere alla controparte la prestazione periodica di una somma di denaro o di una certa quantità di cose fungibili come corrispettivo per l'utilizzo di un bene immobile o per la cessione di un capitale.

In economia, invece, il termine si riferisce ai terreni coltivati (rendita fondiaria). In questo caso, la rendita indica il ricavo netto dal godimento di terreni e fabbricati iscritti o che devono essere iscritti nel catasto dei terreni o edilizio.

Quali altre accezioni del termine esistono?

Cerchiamo di individuare le diverse tipologie di rendita (oltre a quelle già viste) e i distinti significati che da esse derivano.

  • Rendita perpetua e vitalizia. Nel primo caso la rendita deve essere corrisposta per un periodo indeterminato e cioè fino a quando non è riscattata o prescritta; nel secondo caso, invece, è dovuta per tutta la durata della vita del beneficiario;
  • Sempre in economia troviamo i termini rendita differenziale e rendita assoluta. La rendita differenziale indica la differenza tra i costi di produzione dei terreni più fertili e i costi di produzione dei terreni meno fertili; quella assoluta viene percepita dai proprietari di quei beni oggetto di un'elevata domanda, ma scarsamente reperibili, e pertanto di quei beni il cui prezzo è sensibilmente elevato;
  • Rendita edilizia. Essa varia a seconda della vicinanza del suolo rispetto al centro urbano o ancora c'è la rendita catastale che indica il valore attribuito ad un certo numero di unità immobiliari;
  • Rendita temporanea. È prodotta da beni che solo temporaneamente sono scarsi.

Ultimo aggiornamento gennaio 2022

Termini correlati