logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Scadenza

Nel linguaggio comune il termine scadenza è largamente diffuso e indica un lasso di tempo entro cui deve avvenire un determinato fatto. Che scadenze ha un mutuo?

scadenza rata mutuo
Qual è la definizione di scadenza?

In contesto giuridico o finanziario il significato è lo stesso seppure a volte si accompagna ad altri complementi per creare specifiche locuzioni verbali: scadenza a vista, scadenza a tempo vista, scadenza a tempo data, a scadenza fissa, etc. Esse indicano il vincolo di tempo entro cui adempiere ad un’obbligazione o al pagamento di una rata.

Relativamente ai mutui, il termine scadenza può sostanzialmente riferirsi al limite massimo entro cui deve essere corrisposta la rata del mutuo o al termine stesso del finanziamento.

Cosa succede se non pago la rata del mutuo in scadenza?

La banca può provvedere a inviare un sollecito prima informale poi ufficiale e se il debitore continua a non corrispondere il pagamento, superati i trenta giorni dalla scadenza della rata, parte il conteggio degli interessi di mora che vanno ad aggiungersi alla quota capitale e a quella di interessi che normalmente compongono la rata del mutuo.

Ovviamente qualora la lettera di diffida e la messa in mora non sortiscano alcun effetto, la banca può ottenere il pagamento coattivo di quanto gli spetta attraverso il pignoramento dell’immobile su cui grava l’ipoteca e può inoltre iscrivere il debitore moroso nelle liste dei cattivi pagatori.

Chi decide la scadenza del mutuo?

La durata del mutuo dipende da molteplici fattori, come ad esempio l’ammontare del capitale da restituire e/o l’entità delle entrate mensili su cui può contare il mutuatario. La scadenza del mutuo viene decisa prima della firma del contratto ma, quando il debitore si rende conto di non poter più rispettare tale scadenza o viceversa di poter in parte estinguere anticipatamente il debito, può sempre ricorrere alla rinegoziazione del mutuo e chiedere alla banca di modificare il piano di ammortamento per allungare o accorciare la durata del mutuo a seconda delle sue esigenze. Altri strumenti nelle mani del debitore per poter modificare la scadenza del mutuo sono certamente la surroga e la sostituzione che permettono di trasferire il debito in un nuovo Istituto di credito.

Termini correlati