logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Permuta

La permuta è un contratto consensuale a effetti reali e oneroso. Le spese della permuta e gli altri costi accessori risultano a carico di entrambi i contraenti in parti uguali.

case verdi in un prato
Permuta immobiliare: alcune dritte

La permuta è un contratto che prevede il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all'altro. Si parla di permuta immobiliare quando come oggetto dello scambio si hanno gli immobili, le cui proprietà vengono scambiate tra loro dai due proprietari. A disciplinare la permuta è l’articolo 1552 del Codice Civile.

La permuta è un contratto consensuale a effetti reali. Le spese della permuta e gli altri costi accessori sono a carico di entrambi i contraenti in parti uguali, salvo patto contrario. A differenza della vendita, con la permuta non si ricorre al pagamento di un prezzo in denaro, ma ci si trova dinanzi al trasferimento della proprietà di una cosa.

La permuta, che affonda le sue radici nell’antica pratica del baratto, presenta come oggetto sia beni che diritti. I beni possono essere sia mobili che immobili.

Così come stabilito dall’articolo 1453 del Codice civile nei contratti con prestazioni corrispettive, quando uno dei contraenti non adempie le sue obbligazioni, l’altro può a sua scelta chiedere l’adempimento o la risoluzione del contratto, salvo, in ogni caso, il risarcimento del danno. È il caso di un permutante che, dopo aver trasferito un bene, lo vende a un terzo soggetto, ostacolando così il diritto di godimento al soggetto con cui era avvenuto lo scambio.

È consentita anche la permuta di una cosa presente con una futura a patto che l’esistenza della cosa futura non sia a rischio in quanto in tal caso verrebbe ceduta una cosa a titolo gratuito e non si potrebbe più parlare di permuta.

Termini correlati