logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Proprietà

Non si può essere privati dei beni di proprietà se non per determinate motivazioni, come ad esempio cause di pubblico interesse, e contro il pagamento di una giusta indennità. Vediamo come funziona.

coppia felice gioca con figlio sul tappeto di casa
Famiglia proprietaria di casa

Per proprietà si intende il diritto del proprietario di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l'osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico. A stabilirlo è l’articolo 832 del Codice Civile.

Nessuno può essere privato, sia in tutto che in parte, dei beni di sua proprietà se non per causa di pubblico interesse, legalmente dichiarata, e contro il pagamento di una giusta indennità. A disciplinare le norme relative all’espropriazione per causa di pubblico interesse sono leggi speciali.

Se, invece, ricorrono urgenti necessità pubbliche, militari o civili, può essere disposta la requisizione dei beni immobili e mobili, ma al proprietario spetta un'indennità. Anche in questo caso ci sono leggi speciali a disciplinare la materia.

Le cose di proprietà privata, immobili o mobili, che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnografico sono sottoposte alle disposizioni delle leggi speciali. La proprietà di un suolo, così come disposto dal nostro ordinamento, si estende anche al sottosuolo: il proprietario può fare qualsiasi escavazione o opera che non rechi danno al vicino.

Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo della condizione dei luoghi.

La proprietà si acquista per:

  • occupazione,
  • invenzione,
  • accessione,
  • specificazione,
  • unione o commistione,
  • usucapione,
  • effetto di contratti,
  • successione a causa di morte,
  • altri modi stabiliti dalla legge.

Le cose mobili che non risultano di proprietà di alcun soggetto si acquistano con l’occupazione. È il caso di cose abbandonate o degli animali oggetto di caccia e pesca.

Chi trova una cosa mobile deve restituirla al proprietario, e, se non lo conosce, deve consegnarla senza ritardo al sindaco del luogo in cui l'ha trovata, indicando le circostanze del ritrovamento.

L’acquisto di proprietà può avvenire a titolo originario (il diritto di proprietà è svincolato dal diritto di un vecchio proprietario), come nel caso dell’usucapione, e a titolo ordinario (il diritto di proprietà viene trasferito da un precedente proprietario), come per la donazione o la compravendita.

Ultimo aggiornamento 16/12/2021

Termini correlati