logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

TAN - Tasso Annuo Nominale

Il TAN è il tasso applicato dal creditore che concede il finanziamento. Viene espresso in percentuale e su base annua. Il calcolo cambia a seconda che si tratti di un mutuo a tasso fisso o variabile.

casetta banconote e calcolatrice
Calcolo del TAN

Il TAN, acronimo di Tasso Annuo Nominale, indica il tasso di interesse, espresso in percentuale e su base annua, richiesto da un istituto di credito per la concessione di un finanziamento. Si distingue dal TAEG in quanto quest'ultimo rappresenta un indicatore del costo totale del mutuo. Il TAEG include, infatti, spese, oneri e commissioni accessorie. Nel TAN, invece, non sono inclusi oneri, né eventuali spese di istruttoria e di incasso rata.

Quando ci si trova, allora, dinanzi a un'offerta di un finanziamento con TAN pari a zero, è bene conoscere anche il valore del TAEG, che potrebbe essere, infatti, di gran lunga superiore.

La formula per calcolare il TAN varia a seconda che si facciano i conti con un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile. Il calcolo cambia, dunque, in base ai tassi. Quando stiamo valutando un finanziamento a tasso fisso, per calcolare il TAN, va sommato l’IRS con lo spread stabilito dall’istituto di credito. Nei mutui a tasso variabile, invece, il TAN si ottiene sommando l’Euribor (Euro Inter Bank Offered Rate) allo spread, ossia al guadagno dell’istituto di credito sull’operazione.

Il TAN rappresenta un parametro importante per calcolare il TAEG. Ed è proprio a quest’ultima voce che bisogna affidarsi quando si è alla ricerca di un mutuo conveniente. Solo grazie al TAEG, infatti, è possibile calcolare al meglio il costo di un finanziamento e comparare i migliori mutui del giorno, trovando così la soluzione che più si addice alle proprie esigenze.

È importante, inoltre, che gli istituti di credito indichino sempre nelle offerte pubblicitarie il periodo di validità delle promozioni e il TAN e il TAEG di un finanziamento.

Termini correlati