logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Clausola Penale

La clausola penale è una condizione contrattuale con cui si fissa una somma di risarcimento nel caso di mancato rispetto degli accordi contrattuali.

 

firma di un contratto con accanto chiavi e modellino di una casa
Cos'è la clausola penale

Per incentivare le persone al rispetto degli accordi contrattuali presi, all’interno del contratto possono essere inserite clausole penali che comportino, in caso contrario, il pagamento di una certa somma di denaro.

La clausola penale è una condizione che tende a tutelare tutte le parti coinvolte e punisce chi causa il danno, come ad esempio nel caso di ritardi nelle consegne o inadempimenti degli accordi presi. La somma in denaro da risarcire alla parte lesa in caso di inadempimento alla regole contrattuali viene pattuita al momento della firma.

La clausola penale è utilizzata anche per garantire le parti durante le fasi della compravendita di un immobile. Essa può essere, infatti, inserita nel contratto preliminare e prevedere il pagamento di una somma predeterminata in caso una delle due parti decida di non portare a termine la compravendita (può essere il caso dell’acquirente che deve ritirarsi per non essere riuscito a ottenere un mutuo o quello del venditore che cambia idea per qualsiasi motivo).

Questa non rappresenta, però, l’unico tipo di garanzia messa a tutela delle parti nei contratti di compravendita. Al suo posto può essere infatti stabilità una caparra da versare al momento del contratto preliminare. Quest’ultima può essere di due tipi: confirmatoria o penitenziale. Sia nel caso della caparra confirmatoria che in quella penitenziale il versamento della cifra stabilità va fatto nel momento in cui si stipula il contratto; a differenza della clausola penale che va invece pagata solo in caso di inadempienza.

La differenza principale tra caparra confirmatoria e penitenziale è, dunque, quella che la prima si attua solo per inadempimento del contratto e la seconda nel caso in cui una delle parti voglia rescindere il contratto.

Termini correlati